Jump to content

Ecomotori.net uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies
Photo

I ghiacci dell’Artico si sciolgono rilasciando il metano


  • Please log in to reply
No replies to this topic

#1
mito1960

mito1960

    Ambientalista

  • Members Plus
  • PipPipPip
  • 825 posts
  • Gender:Male
  • Location:Susegana (TV), loc Ponte Priula
Vi giro questo link....

chissà se è recuperabile questo metano ghiacciato in fondo al mare.... prima che scappi via!

http://www.ilbenecom...ve/#comment-511


Sei in > Home / Ambiente, articoli / I ghiacci dell’Artico si sciolgono rilasciando tonnellate di metano esplosivo
I ghiacci dell’Artico si sciolgono rilasciando tonnellate di metano esplosivo
24 Settembre 2008 - Ambiente, articoli

Lo scioglimento dei ghiacci nell’Artico sta liberando nell’atmosfera milioni di tonnellate di metano che si trovano sotto il fondo marino. A rivelarlo è una ricerca condotta da scienziati dell’Univeristà di Stoccolma in collaborazione con la Russia, che ha messo a disposizione nave ed attrezzature. Orjan Gustafsson, uno dei responsabili del progetto, ha dichiarato all’Independent: “Ieri per la prima volta abbiamo visto un campo dove il rilascio era cosi’ intenso che il metano non aveva tempo di sciogliersi in acqua ma arrivava in superficie sotto forma di bolle”.

Il monitoraggio dei ghiacci polari, ha rivelato che il fenomeno, anche se non sempre in maniera così evidente, si sta ripetendo con frequenza preoccupante. Il metano, infatti, e’ assai piu’ potente dell’anidride carbonica nel provocare il riscaldamento globale. Per questo il rilascio di milioni di tonnellate di metano può diventare una vera e propria “bomba a tempo per il riscaldamento del pianeta”.

Il metano e’ normalmente imprigionato dal fondo marino ghiacciato, ma a causa dello scioglimento delle masse glaciali in superficie, si creano ‘camini’, o piccole aperture, nel fondo, e il metano fuorisce e va in superficie. Il timore degli scienziati e’ che la liberazione massiccia del metano possa accelerare il surriscaldamento del pianeta innescando un circolo vizioso in cui, piu’ i ghiacci si scioglieranno, maggiori saranno le quantita’ di gas serra immessi nell’atmosfera, La quantita di metano immagazzinato sotto l’Artico si calcola superi quella di carbone custodito nelle riserve carbonifere mondiali, per cui e’ di vitale importanza la stabilizzazione di questi depositi in un’area che si sta surriscaldando a un ritmo molto piu’ rapido che le altre del pianeta.


Le conclusioni dello studio, che sara’ prossimamente pubblicato nel bollettino dell’American Geophysical Union, saranno supervisionate da Igor Semiletov, dell’Accademia Russa delle Scienze. Semiletov, che ha guidato una decina di spedizioni nel mare di Leptov e durante gli anni ‘90 non individuo’ livelli elevati di metano. Secondo ‘The Independent’, Semiletov ha fatto varie ipotesi per spiegare il fenomeno, tra cui quella secondo cui lo scioglimento del permafrost, termine che indica una superficie ghiacciata da almeno due anni, e’ dovuto al maggior livello di acqua, relativamente piu’ calda, scaricata dai fiumi siberiani, che arrivano al mare con temperature relativamente piu’ alte a causa della fusione della cappa gelata della terra. Negli ultimi decenni, l’Artico ha registrato un aumento medio delle temperature di 4 gradi centigradi e una forte diminuzione dell’area oceanica coperta dai ghiacci durante l’estate.
Honda Civic Hybrid a metano!!! 260mila km agg.2018
(consumi: in media 3 Kg / 100 Km - rekord 2 Kg/100)
AMPERA EVer per primo uso di casa.
ex FIAT Multipla "aftermarket" per i viaggi di famiglia (media almeno 5Kg/100Km) <p>ex Honda Accord metanizzata (a metano 4,8 Kg/100Km)
(ex Croma CHT metano 6,3 Kg/110 Km e 5 Km con un litro di benzina! )




0 user(s) are reading this topic

0 members, 0 guests, 0 anonymous users